Goja del Pis | Meridiani di Gianni Boschis | Geologia e turismo

Goja del Pis

“Era una gola, strozzata veramente, di rupi frante,
di scogli dentati, di sassi enormi,
nei quali pareva di leggere il furore del cataclisma
che aveva asserragliata la valle”.

Quante emozioni può destare in noi la Goja del Pis? Il fascino di questi luoghi ci accomuna all’infinita schiera di poeti, pittori o semplici viaggiatori che hanno descritto le impressioni suscitate dal paesaggio alpino. Federico Sacco, geologo piemontese (1864-1948), fu il primo a descrivere la bellezza di questo anfratto morfologico nascosto nel Vallone del Torrente Messa a pochi chilometri da Torino.

“L’acqua, il grande corroditore, incisore e
livellatore dei rilievi terrestri, malgrado
la sua grande potenza e la continuità
della sua azione, incontra talvolta
anch’essa il suo osso duro che non riesce
facilmente né a rodere né ad incidere;
allora essa per superare questo ostacolo è
obbligata a … saltare formando una
cascata.”

Lo splendido salto del Pis (circa 14 metri di altezza in una conca di circa 30 metri di diametro) deve dunque le sue forme a centinaia di migliaia d’anni di erosione operata dalle acque su rocce particolarmente dure che, proprio per questo, hanno limitato l’azione delle acque stesse. Si tratta di serpentiniti, rocce ricche di ferro e magnesio, derivanti da magmi di antica crosta oceanica.
L’approfondimento ed il modellamento del vallone non si è interrotto neppure durante le glaciazioni; in quei lunghi e gelidi periodi le acque infatti hanno agito anche sul fondo del ghiacciaio con un’energia se possibile ancor più intensa considerata la pressione in un ambiente compresso fra ghiaccio e roccia. Alcune forme concave nella roccia della Goja del Pis risalgono proprio al vorticoso mulinare di sassi imprigionati dalla corrente in anfratti e solchi.

Oggi la Goja del Pis entra a far parte del Geoparco delle Alpi Cozie, con un progetto che ha portato al recupero del sentiero, alla posa di 5 pannelli informativi e un opuscolo che ne descrive le caratteristiche geologiche e paesaggistiche.

Partner

Unione Europea
Alcotra
Regione Piemonte
Comjnità Montana Valle Susa e Valsangone
Geoparco delle Alpi Cozie
Comune di Almese
FIE Piemonte
Associazione Italiana Geologia e Turismo

Anno

2013

Prodotti